Piano di emergenza

A seguito degli aggiornamenti normativi emanati, non solo in materia di protezione civile, l’Amministrazione Comunale ha provveduto ad aggiornare il Piano di protezione civile, secondo quanto previsto dalle “Linee Guida per la predisposizione dei piani di emergenza provinciali e comunali” emanate dalla Regione Puglia.

Al verificarsi di un evento calamitoso occorre, infatti, assicurare il massimo di protezione agli interessi esposti al pericolo quali la vita e l’incolumità delle persone, la salvaguardia di beni e infrastrutture, attraverso una immediata e coordinata attivazione di tutte le risorse necessarie disponibili sul territorio, in una logica di garanzia dell’efficacia di tutte le prestazioni che attengono alla tutela di diritti fondamentali della persona.

In armonia con la moderna concezione della Protezione Civile, si sottolinea  il ruolo fondamentale del Comune, la cui organizzazione deve consentire alla Comunità locale, interessata o potenzialmente coinvolgibile da un evento calamitoso, di non essere “spettatrice” passiva di azioni di pianificazione gestite “dall’alto”, bensì di partecipare da protagonista, in virtù della propria organizzazione sociale, identità e conoscenza del territorio.

L’Amministrazione Comunale si prefigge la più ampia divulgazione dei contenuti del Piano, redatto in forma semplice e di immediata comprensione, in modo da evitare l’insorgere di preoccupazione nella Cittadinanza, ponendosi viceversa l’obiettivo, oltre a quello della conoscenza, di stimolare livelli di risposta individuali e collettivi, finalizzati ad adottare le corrette misure di autoprotezione al verificarsi di situazioni di criticità.

Il Commissario Straordinario, con i poteri del Consiglio Comunale, con Deliberazione n. 1 del 26/01/2017 ha approvato il “Piano Comunale di Protezione Civile – Aggiornamento dicembre 2016” precedentemente redatto nel giugno 2012.

Il Piano di Protezione Civile è composto dai seguenti elaborati:

Relazioni

  •  Piano Comunale di Protezione Civile – Relazione.

Tavole cartografiche

  • TAV. 1 – Rischio Incendio di Interfaccia. Carta della perimetrazione.
  • TAV. 2 – Rischio Incendio di Interfaccia. Carta della pericolosità.
  • TAV. 3 – Rischio Incendio di Interfaccia. Carta della vulnerabilità.
  • TAV. 4 – Rischio Incendio di Interfaccia. Carta del rischio.
  • TAV. 5 – Rischio Incendio di Interfaccia. Carta della viabilità principale e dei cancelli.
  • TAV. 6 – Rischio Incendio di Interfaccia. Carta delle aree di emergenza e dei relativi percorsi.
  • TAV. 7 – Rischio Sismico. Carta del Rischio.
  • TAV. 8 – Rischio Sismico. Carta delle aree di emergenza e dei relativi percorsi.
  • TAV. 9 – Rischio Idrogeologico e Idraulico. Carta della pericolosità da inondazione.
  • TAV. 10 – Rischio Idrogeologico e Idraulico. Carta del rischio.

Vedi anche: